"L'erosione della costa pontina non è una novità eppure negli ultimi anni, anche su questo fronte, abbiamo assistito a un immobilismo senza precedenti da parte della giunta LBC. Era ampiamente prevedibile che, senza manutenzione, il tratto di lungomare che collega Capoportiere a Rio Martino sarebbe diventato inservibile. Ora tutto questo è realtà e senza interventi immediati il rischio è il blocco totale della stagione estiva. Stiamo parlando di decine di operatori balneari che non potrebbero aprire le proprie attività, migliaia di cittadini e turisti costretti a cambiare comune per godere di uno spicchio di spiaggia libera o attrezzata; per non parlare del traffico che è facile prevedere sarà costantemente paralizzato nel tratto di costa che collega Capoportiere a Foceverde". Questo il commento del Sen. Nicola Calandrini, coordinatore provinciale di Fratelli d'Italia Latina.

"È necessario che gli operatori pubblici lavorino in sinergia per risolvere questo vero e proprio dramma: dal parco Nazionale del Circeo, al Comune di Latina, passando per Regione, Provincia e Consorzi di Bonifica – prosegue il Senatore - Siamo di fronte a un'emergenza territoriale che deve diventare oggetto di scelte strategiche e non più solo episodiche. Il territorio costiero rappresenta anche una risorsa economica per Latina, un punto di riferimento per il turismo e non può essere abbandonato. Mi farò promotore di azioni a livello parlamentare – conclude il Sen. Calandrini- ma occorre che, sin da subito, gli enti coinvolti lavorino sinergicamente per arrivare, prima dell'apertura della stagione estiva, a una soluzione".