"Diario di un cittadino di Sabaudia", con queste parole Franco Brugnola ha deciso di descrivere il suo blog, la sua finestra con cui dialogare. Perchè Brugnola si è sempre sentito un cittadino, di Sabaudia e non solo e da questa consapevolezza sono iniziate tante battaglie in primis quelle per la tutela della salute pubblica. La difesa dei diritti delle persone dentro e fuori le pubbliche amministrazioni ha reso Franco Brugnola un punto di riferimento per il territorio e per questo la notizia della sua scomparsa è vissuta in queste ore con profondo cordoglio nella comunità. Franco Brugnola è venuto a mancare ieri all'età di 80 anni presso l'ospedale Santa Maria Goretti di Latina. Sabato 14 gennaio alle 11 presso la corte comunale si terrà la cerimonia di commiato. Gli incarichi ricoperti da Franco Brugnola sono stati molti compreso quello di consigliere comunale a Sabaudia. E' stato dirigente amministrativo ai massimi livelli nel Servizio Sanitario Nazionale e negli enti locali Ministero della sanità, regione Lazio, Enti Ospedalieri, Unità Sanitarie Locali, ASL Aziende sanitarie locali, istituti di ricovero e cura a carattere scientifico e l'istituto Zooprofilattico sperimentale delle regioni di Lazio e Toscana, è stato anche Direttore generale del Comune di Formia, sub Commissario degli Istituti Fisioterapici Ospitalieri di Roma, Amministratore della USL Fr2 di Alatri, Commissario straordinario della USL LT 4 di Priverno ed infine appunto consigliere d'opposizione a Sabaudia dove da sempre si è speso per questioni estremamente rilevanti, come ad esempio quella relativa la necessità di intervenire sul lungomare argomento quantomai attuale oggi.

Appalti, i rischi dovuti alla presenza della criminalità organizzata, i nodi da sciogliere legati all'urbanistica, tanti gli argomenti trattati da Franco Brugnola quando ricopriva l'incarico di consigliere battaglie supportate da una preparazione rara dal punto di vista amministrativo e da tanto coraggio, con molta discrezione ma senza mai fare un passo indietro. Ed anche quando dopo la politica è iniziato il percorso con il Comitato per la difesa del PPI di Sabaudia nessun passo indietro è stato fatto tanto da scongiurare grazie all'aiuto di molti cittadini la chiusura del PPI. A Brugnola si deve l'iter per la realizzazione della casa della salute partito da una sua proposta. E molte sono state le manifestazioni, pacifiche, da quelle sotto la Regione all'ultima la scorsa estate proprio fuori dal PPI di Sabaudia per chiedere che tutti i servizi fossero ripristinati. Brugnola ha sempre agito da cittadino consapevole dei propri diritti e molte delle sue ricerche sono state messe nero su bianco nei suoi libri. Tra questi ricordiamo: "Il Sindaco di tutti - Come gestire il Comune per un risultato durevole", "Manuale per un consigliere comunale di opposizione – Come sfidare la maggioranza" e poi ancora "Manuale per le Case della salute" e il "Libro Bianco sulla Sanità in provincia nella Provincia di Latina", "Il diritto alla salute nel Servizio Sanitario Nazionale". Quello che a molte persone resterà di Franco Brugnola oltre al ricordo di una persona gentile e molto sensibile è la consapevolezza di avere imparato parlando con lui qualcosa di importante, quell'attitudine più unica che rara a portare avanti le proprie idee ma sempre, sempre con estremo rispetto di tutti e nell'interesse della comunità e non del singolo.