Il Comune di Sermoneta continua a lavorare per la digitalizzazione della macchina amministrativa e dei servizi offerti al cittadino e fa il pieno di fondi europei del Piano nazionale di ripresa e resilienza per avviare la "trasformazione digitale".
L'amministrazione Giovannoli ha ottenuto in questi giorni un finanziamento di 155 mila euro dalla Presidenza de consiglio dei ministri, che servirà a migliorare l'esperienza digitale dei cittadini e il loro rapporto con l'ente comunale quando ad esempio ricercano informazioni, richiedono una prestazione o effettuano un adempimento.

«Il finanziamento – spiega il sindaco Giuseppina Giovannoli – ci consentirà di ampliare e migliorare l'offerta dei servizi informatici. Dalla domanda di contributi all'iscrizione all'asilo, alla richiesta di accesso agli atti al pagamento di una contravvenzione, fino al pagamento della mensa scolastica: sono solo alcuni dei servizi che potremo rendere più semplici da usare, grazie ai fondi messi a disposizione dal Dipartimento per la trasformazione digitale nell'ambito del Piano nazionale di ripresa e resilienza. Tutto ciò ci consentirà di far risparmiare tempo ai cittadini, potendo fare tutto comodamente dal proprio smartphone, ma anche di ottimizzare le risorse umane impegnate nei nostri uffici".
Questo finanziamento si aggiunge agli altri fondi che l'Amministrazione comunale è riuscita a ottenere negli ultimi mesi sempre nell'ambito del Pnrr per i servizi digitali: circa 20mila euro per l'implementazione dei sistemi Spid e Carta di identità elettronica e per la app Io, altri 86mila euro per migrare sistemi, dati e applicazioni della pubblica amministrazione verso servizi cloud, per un totale di 261 mila euro totali che serviranno a traghettare la macchina burocratica pubblica verso lo sportello digitale.