Si avvia alla conclusione il progetto "Terra Insieme", promosso dalla Fondazione Wanda Vecchi Onlus sul terreno confiscato alla criminalità in zona Piano Rosso, sul territorio comunale di Cisterna di Latina.


Finanziato dalla Regione Lazio attraverso il bando "Comunità solidali 2020", Terra Insieme  ha dato la possibilità a circa 15 persone fragili, tra cui minori con restrizioni, soggetti con disagio psichico e individui a rischio povertà marginale, di essere impegnati in laboratori esperenziali, attraverso i quali hanno acquisito competenze lavorative, ma soprattutto autostima e socialità. I destinatari del progetto, di fatto, sono stati coinvolti in vari laboratori: quello di agricoltura, con la coltivazione del vitigno presente sul fondo agricolo, nella cura degli olivi e nella successiva raccolta e poi ancora il laboratorio di apicoltura e quello delle conoscenze.


E se il progetto ha pienamente raggiunto i suoi obiettivi rispetto ai risultati ottenuti in termini di crescita e inclusione delle persone impegnate nelle varie attività, l'altro grande risultato raggiunto è stato quello di rafforzare sul territorio la collaborazione tra enti pubblici e privati impegnati a vario titolo a dare risposte ai bisogni delle persone con fragilità: Come i servizi sociali dei Comuni di Cisterna di Latina, Aprilia e Cori, o ancora il Dipartimento per la Giustizia Minorile di Roma, che hanno trovato sinergie tali da costruire qualcosa di solido anche per il futuro. "Terra Insieme" ha pertanto creato i presupposti per il consolidamento di una Welfare Community sul territorio del distretto sanitario Cori-Cisterna-Aprilia.


Nei prossimi giorni si terrà un evento conclusivo al quale prenderanno parte tutti i partecipanti al progetto, oltre alle famiglie ed agli altri stakeholders locali, che in maniera diretta e indiretta sono entrate a contatto con il progetto.