L'amministrazione comunale trova i soldi per dotare Aprilia di un canile pubblico. Il piano della giunta Terra, illustrato lunedì scorso nella riunione di maggioranza dall'assessore all'Ambiente Michela Biolcati Rinaldi, è quello di impiegare parte dei ristori ottenuti come compensazione per il via libera all'impianto fotovoltaico di Campo di Carne per realizzare una struttura comunale per la custodia di cani e gatti, un servizio che al momento manca in città. La coalizione civica al termine della discussione ha dato il via libera al progetto che nelle prossime settimane sarà elaborato nel dettaglio dagli uffici comunali, bisognerà infatti valutare se intraprendere una trattativa per l'acquisto del canile privato oppure se individuare un'area agricola e costruire una struttura ex novo. In questo senso bisognerà valutare diversi aspetti: la convenienza economica, l'aderenza alle normative in materia di accoglienza degli animali d'affezione e gli eventuali lavori da eseguire per poi scegliere la strada migliore. Tuttavia c'è già un primo punto fermo rispetto alla proposta, visto che l'amministrazione comunale ha deciso di vincolare 400 mila euro per questa opera. E' questo il budget stabilito sul quale la maggioranza intende muoversi.  «Le compensazioni per l'impianto fotovoltaico - afferma l'assessore all'Ambiente, Michela Biolcati Rinaldi - ci permettono di avere a disposizione delle somme da utilizzare per alcune opere, abbiamo proposto di vincolare 400 mila euro per questo progetto e la maggioranza ha dato la disponibilità ad andare avanti in questa direzione, anche perché si tratta di un tema molto sentito per la città. Il prossimo passo sarà capire quale percorso è maggiormente praticabile».
L'auspicio dall'assessorato all'Ambiente è quello di riuscire ad avviare l'iter per la fine della consiliatura, per rispondere in maniera concreta alla delibera approvata all'unanimità dal Consiglio comunale nel 2018, che impegnava l'amministrazione comunale a individuare un'area per costruire o acquisire un canile pubblico. «Impostare gli atti - continua l'assessore - prima della fine della consiliatura con dei punti fissi, vincolando delle somme, può certamente essere utile anche perché la nostra volontà è quella di dare ad Aprilia questo servizio».