Erano 58 anni che, ogni giorno, si adoperavano per il Santuario di Nostra Signora delle Grazie e Santa Maria Goretti di Nettuno. Stiamo parlando delle Suore Passioniste che, dopo la Santa Messa delle ore 18, domenica 4 giugno, hanno lasciato per sempre il litorale, per la scelta della Madre provinciale di chiudere la "Casa" per questioni organizzative. «Le Suore sono sempre meno - si è appreso durante la celebrazione - e le esigenze nei vari luoghi d'Italia sempre maggiori: siamo fiduciose nel progetto che il Signore ha per noi». Toccanti le parole rivolte a Suor Fiora, Suor Cristina e Suor Wevine dal rettore del Santuario, padre Antonio Coppola, ma anche quelle dei ragazzi del Santuario che, in una lettera, hanno espresso gratitudine, stima e affetto per le religiose.