L'Ater interviene su quanto accaduto nel plesso di Aprilia, Via Guardapasso. "L'allagamento è stato causato da un atto vandalico - si legge in una nota - che ha interessato il galleggiante di chiusura dell'acqua posto nei serbatoi; la manomissione ha fatto sì che il flusso di acqua risultasse continuo, provocando l'allagamento delle cantine. Il fatto è avvenuto nella giornata di sabato e la funzionalità degli impianti è stata ripristinata domenica. L'Azienda provvederà a sporgere formale denuncia alle autorità competenti su quanto accaduto. Per quanto concerne le utenze domestiche, le stesse devono essere necessariamente attivate dagli assegnatari, gli unici legittimati a sottoscrivere i contratti di fornitura; l'Azienda, dal suo canto, ha cercato di agevolare l'iter burocratico e, a quanto ci risulta, stanno cominciando flussi di erogazione. Circa il funzionamento degli ascensori, per salvaguardare la funzionalità e la sicurezza degli stessi, destinati al solo trasporto di persone e non di mobilio, è stata attuato un utilizzo contingentato pet evitare rotture dovuta al sovraccarico per l'uso improprio. Si segnala peraltro che si sono verificate manomissioni del quadro elettrico e delle porte che hanno causato frequenti blocchi degli impianti. Per quanto riguarda le blatte, il nostro personale, quotidianamente presente nel plesso, non ha ricevuto segnalazioni al riguardo; provvederemo pertanto alla verifica anche di tale questione".