Quello delle soste nel centro storico di San Felice Circeo è un problema che non trova soluzione. Se ne parla da anni, ma ad oggi tutto si è concluso con un nulla di fatto. Compresa l'acquisizione di un'area in via dell'Acropoli da destinare a parcheggio: per farlo serve una variante e l'iter è in corso. Pertanto si continuano ad adottare delle "soluzioni tampone". Anche quest'anno il Comune di San Felice Circeo ha deciso di correre ai ripari con una nuova area adibita a parcheggio e con l'istituzione del senso unico in via XXIV maggio.
Per l'affitto del terreno destinato a parcheggio gratuito senza custodia si è reso necessario il prelievo dal fondo di riserva (cinquemila euro), come specificato in una recente delibera della giunta Schiboni. L'iter è stato avviato il 30 giugno con una specifica direttiva che dava incarico al responsabile del settore Lavori pubblici di individuare un'area limitrofa al centro storico per le soste dei veicoli. Un provvedimento «urgente e improcrastinabile» per «decongestionare la richiesta di parcheggi in una delle zone ad alta densità turistica, commerciale e abitativa». L'ente ha svolto un'indagine per le vie brevi relativamente alla disponibilità degli affittuari degli anni precedenti per i terreni in via Capponi, ma solo uno ha accettato le condizioni dell'ente. Il parcheggio sarà attivo da oggi fino al 15 settembre.
Tra le iniziative messe in atto, come si diceva, anche il senso unico su via XXIV maggio, per cercare dunque di rendere più fruibile il centro storico, da sempre alle prese con il problema dei parcheggi.