Spiagge stracolme, parcheggi esauriti, "vu cumprà" che vendono di tutto e qualche episodio particolare, hanno caratterizzato la penultima domenica di luglio sul litorale di Minturno. Ieri mattina, probabilmente, si è registrato il giorno di maggior afflusso sulla spiaggia minturnese, complice il gran caldo. Già a metà mattinata era praticamente impossibile trovare un posto per il parcheggio delle auto. Parcheggi pubblici, privati e stradine, erano occupate da migliaia di auto. Persone che hanno girato per diverso tempo per trovare un posto auto o in attesa che qualcuno andasse via prima di mezzogiorno. «In tanti anni che vengo a mare- ha affermato un professionista del luogo che ha dovuto chiedere ospitalità ad un amico di marina di Minturno che gli ha permesso di parcheggiare nel suo garage- non avevo mai visto tanta difficoltà nel trovare un parcheggio. Alle undici e trenta non c'era uno spazio utile per parcheggiare nella zona di Marina di Minturno». In spiaggia stessa situazione con tantissima gente in acqua per cercare un pò di refrigerio. Un "pienone" che è derivato dall'arrivo di tantissimi turisti "mordi e fuggi".

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (lunedì 24 luglio)