La storia di sempre. Scritta, riscritta, letta e ascoltata. Fatta di promesse che, tanto per cambiare, qualcuno non sta mantenendo. Il PalaBianchini è inagibile: per tutti. Anche e soprattutto per la Taiwan Excellence Latina, una squadra che per la 16esima volta nella sua storia, parteciperà al massimo campionato italiano di volley. Al di là di questo, però, è quello che sistematicamente avviene ogni anno dalle parti di via dei Mille, che disturba. Eppure al momento dell'iscrizione alla prossima Superlega, con il rischio concreto di emigrare altrove, una lettera dell'Amministrazione aveva convinto la Lega a guardare oltre, a "digerire" la ristrutturazione per una capienza che dai 2000 posti a sedere attuali, passerebbe a 2400, pur di regalare almeno un altro anno di grande volley alla città. Il 22 agosto, per la cronaca, la Taiwan Excellence Latina dovrebbe cominciare ad usufruire dell'impianto per la preparazione, ma stando ad una delibera del dirigente preposto, l'architetto Umberto Cappiello, inviata al Sindaco di Latina, Damiano Coletta, al Segretario Generale, al Capo di Gabinetto, al Dirigente di Servizio LL.PP. Manutenzioni, All'Assessore al Patrimonio e Demanio, all'Assessore allo Sport e all'Assessore LL.PP. Manutenzioni e avendo come oggetto una disposizione di servizio riguardante la palestra del Palazzetto dello Sport, il tutto appare al momento impossibile.