La lotta all'evasione tributaria deve essere necessariamente una priorità per ogni amministrazione comunale. Non soltanto per il motivo più banale, cioè per la necessità di far cassa, ma anche e soprattutto per garantire equità fiscale. E questo è possibile soltanto ampliando la base imponibile. Per farlo, in linea con quanto avvenuto negli anni passati, la giunta municipale di Pontinia ha approvato un progetto ad hoc per il 2017. 

Come si legge nei documenti, il personale coinvolto sarà prioritariamente quello dell'ufficio Tributi, ossia tre unità. Qualora fosse necessario, si potranno aggiungere altre tre unità dell'ufficio Ragioneria. C'è infine un altro aspetto di cui tenere conto: la scoperta degli edifici "fantasma". Per quest'attività è stata incaricata una società esterna.
«Periodicamente verrà effettuato il monitoraggio sull'attività accertativa e nella relazione finale verranno indicati puntualmente i risultati raggiunti e le somme riscosse». I numeri delle annualità precedenti pare siano incoraggianti, soprattutto per quanto riguarda gli accertamenti con adesione e gli accordi siglati con i contribuenti nella fase di pre-contenzioso.