Si torna a parlare a Priverno del Parco del castello di San Martino. E' intenzione, infatti, dell'amministrazione comunale riattivare la gestione di un servizio di manutenzione e cura. Non a caso, tra i servizi erogati dal Comune, vi è anche quello relativo alla manutenzione, cura e gestione delle aree verdi comunali: giardini e parchi pubblici, giardini delle scuole, aiuole e fioriere, presenti sul territorio comunale. Da qualche tempo, però, quello che sembra avere maggior bisogno di attenzione è proprio il Parco del castello di San Martino, che non versa in condizioni ottimali, la cui gestione sarà affidata ad operatori esterni all'Ente. L'affidatario dovrà garantire l'apertura e chiusura giornaliera del cancello dell'ingresso principale sulla provinciale di S. Martino, il servizio di guardianìa, la sorveglianza, l'informazione, la pulizia del parco, delle strutture e delle aree attrezzate, anche ludiche, l'area delle sughere con manutenzione dell'impianto di irrigazione, oltre allo sfalcio dei sentieri del Parco e di ogni area a copertura erbacea e calpestabile con la pulizia e la manutenzione dei servizi igienici aperti al pubblico. Anche perché quel Parco è da sempre luogo di incontro e di svago di moltissimi privernati e non, ma da tempo è in completo stato di abbandono, per cui necessita di interventi di manutenzione indispensabili. E così il nuovo responsabile del Servizio Ambiente del Comune ha predisposto uno specifico piano per gli ultimi quattro mesi di quest'anno. Tutto quanto previsto in quel piano prevede un costo - fino al 31 dicembre prossimo - di 16.801,34 euro. La scelta degli operatori avverrà attraverso il Mercato elettronico della pubblica amministrazione.