Il futuro della Ztl? E' necessario un confronto serio con tutti gli attori in causa, a partire dall'amministrazione comunale. E' la posizione espressa dall'associazione Confartigianato che entra in questo modo nel dibattito rispetto al futuro della zona a traffico limitato di Latina. 

"Sul futuro della Ztl riteniamo necessario un confronto tecnico propositivo per valutare tutte le posizioni nel merito. Confartigianato ritiene necessario e non più procrastinabile un tavolo istituzionale operativo per valutare l'impatto della ZTL sulle attività produttive locali.  In merito al documento sottoscritto da alcune associazioni "di strada" e dalla "Confcommercio Lazio Sud", Confartigianato se pur condividendone lo spirito unitario e la vision complessiva, non può far a meno di evidenziarne la estrema complessità che lo rende nell'immediato non realizzabile nella sua interezza.  In attesa di una proposta organica che possa contemplare le esigenze della cittadinanza e delle attività produttive, Confartigianato chiede l'apertura della ZTL dal Lunedì al Venerdì e la chiusura come "area pedonale" nelle giornate di Sabato e Domenica nonché durante le festività, il tutto supportato da un arredo consono e politiche di attrazione mediante eventi. "Confartigianato Imprese Latina", ha dichiarato il Presidente di Confartigianato Giuseppe Michelini, è aperta ad ogni valutazione e confronto in merito alle problematiche sollevate dalle attività produttive locali e dall'Amministrazione, ritenendo urgente affrontare tale problematiche nell'interesse della città, degli operatori economici e dello sviluppo sostenibile di un centro urbano che attualmente è di fatto avulso dalla vita della comunità".