Anche quest'anno il mese di ottobre sarà interamente dedicato alla Campagna Mondiale "Nastro Rosa" per la prevenzione del tumore al seno. Terracina, raccogliendo il testimone da Roccagorga, è la città prescelta per l'apertura in provincia dell'edizione 2017 della campagna organizzata dalla sezione di Latina della LILT (Lega Italiana per la Lotta ai Tumori), in collaborazione con l'Università degli Studi di Roma "La Sapienza", la ASL di Latina e patrocinata dal Comune di Terracina. L'Aula Consiliare della città tirrenica ospiterà l'evento in programma per domenica 1° ottobre alle ore 9.30.

L'incontro, al quale sono stati invitati tutti i sindaci della provincia, è stato promosso dalla LILT sezione di Latina e curato dall'assessore ai Servizi Sociali Roberta Tintari e dal consigliere comunale delegato alla Sanità Maurizia Barboni, sarà introdotto dai saluti del primo cittadino di Terracina Nicola Procaccini, della stessa Tintari e del sindaco di Roccagorga Carla Amici e prevede gli interventi del presidente provinciale della LILT Alessandro Rossi, del delegato del Rettore dell'Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Polo Pontino Carlo Della Rocca, del direttore clinico della Breast Unit dell'ASL Latina Fabio Ricci e del direttore sanitario della ASL Latina Luciano Cifaldi.
Come di consueto, i sindaci dei Comuni pontini sono stati invitati a illuminare di luce rosa – per tutto il mese della durata della campagna - un monumento significativo delle rispettive città. Per Terracina il monumento prescelto sarà, ancora una volta, il Tempio di Giove Anxur, la cui posizione consente la veduta illuminata in tutto il comune.

Scopo della campagna è invitare le donne a fare attenzione e a sottoporsi a stili di vita e controlli mirati a salvaguardare la propria vita. Il cancro al seno resta infatti una malattia killer per troppe donne, anche sul nostro territorio, e la difesa può passare soltanto dalla prevenzione per una diagnosi precoce.

Il vicesindaco Roberta Tintari sottolinea come "sin dal primo anno, la Città di Terracina ha aderito con entusiasmo a questa campagna, illuminando di rosa il Tempio di Giove Anxur, simbolo inconfondibile della nostra comunità. La prevenzione, nel caso delle patologie oncologiche e di qualunque altra patologia, rimane sempre l'arma più efficace a nostra disposizione per limitare al massimo l'incidenza di queste gravi malattie. Compito principale di un'Amministrazione – prosegue l'assessore alle Politiche Sociali – è quello di garantire una corretta informazione allo scopo di promuovere e sviluppare la consapevolezza che prevenire evita l'insorgere di problemi a volte drammatici".

Dal canto suo, la dottoressa Maurizia Barboni, consigliere comunale delegata alla Sanità, esprime il suo compiacimento per la scelta della LILT di aprire a Terracina l'edizione 2017 del "Nastro Rosa": "Si tratta di un segnale importante di attenzione nei confronti della nostra città, nella quale insistono realtà associative e sanitarie, in campo oncologico, di notevole spessore. Questa consapevolezza ci incoraggia a proseguire l'impegno di tutti coloro che hanno a cuore il benessere e la salute dei cittadini. A Terracina – conclude la Barboni – domenica convergeranno i rappresentanti delle istituzioni dell'intera provincia: questo incontro non vuol essere semplicemente un momento di socialità, ma vuole costituire un punto di riferimento per le azioni di sensibilizzazione, prevenzione ed educazione rivolte alle donne della nostra terra. Ringrazio il presidente Alessandro Rossi e i dottori Della Rocca, Ricci e Cifaldi, responsabili apicali di università e ASL, per la grande disponibilità dimostrata".