Dopo 12 anni il Comune di Pontinia ha aggiornato il regolamento per l'utilizzo del teatro "Fellini". Una proposta che ha messo d'accordo maggioranza e opposizione (chiaramente i consiglieri presenti) durante l'ultimo Consiglio comunale, ma non si tratta di altro che di un atto propedeutico per il bando di gestione. 

L'amministrazione, come trapelato nel corso della commissione Statuto e regolamenti, è intenzionata a riprovarci e a cercare un gestore per la struttura. Una strada che era stata tentata già in passato, ma che non ha avuto i risultati sperati. Rispetto ad allora, però, le cose sono cambiate. E dunque la gestione del teatro "Fellini" potrebbe rivelarsi più appetibile. Senza contare che chiaramente c'è il piano B: ossia la gestione diretta.
La novità che potrebbe far "gola" è infatti l'idea di utilizzare l'edificio non solo per gli spettacoli dal vivo, ma anche per quelli riprodotti. Il cinema, in buona sostanza. Anche se con molta probabilità l'uso principale dovrà essere quello teatrale. Gli ultimi lavori effettuati dal Comune di Pontinia hanno infatti portato alla realizzazione della cabina tecnica oltre alle altre migliorie apportate, tra cui la messa in sicurezza.
Non tutto è però riuscito al meglio. Il riferimento è alla situazione in cui versa ora la galleria. Da alcune poltrone è praticamente impossibile vedere qualsiasi spettacolo. A fare da ostacolo ci sono le sbarre installate per ragioni di sicurezza, mentre dalle poltrone all'estrema destra e sinistra il palco è pressoché invisibile. Niente di irreparabile.
Si tratta di questioni che probabilmente verranno affrontate in un secondo momento. Per ora l'amministrazione comunale ha ritenuto opportuno aggiornare, come si diceva, il regolamento. Un passaggio obbligatorio per cercare poi di affidare in gestione la struttura culturale. L'obiettivo principale è quello di rendere migliore la fruizione del bene, cercando al contempo di "mettere a reddito" il teatro. È ovvio che per un ente pubblico, specie in tempi di revisione della spesa come questi, sia necessario evitare uscite ingenti. E a rimetterci spesso, ma non solo a Pontinia, sono le iniziative culturali. Occorre dare priorità all'ordinario.
Per il futuro del "Fellini", insomma, è ancora tutto da vedere. Sarà necessario attendere la pubblicazione del bando, che molto probabilmente verrà discusso a breve in commissione Statuto e regolamenti.