Una relazione scritta su quanto accaduto e aperture straordinarie per recuperare i disagi degli utenti. È intervenuto il presidente della Provincia Eleonora Della Penna sui disagi vissuti da molti utenti nella giornata di giovedì scorso, quando lo sportello del centro per l'impiego di Terracina, per l'esaurimento del toner della stampante, ha bloccato le pratiche chiedendo a chi era in fila di tornare nei giorni successivi. Un problema che si è prolungato anche nel pomeriggio, quando sulla porta del locale ospitato nell'area Chezzi, è spuntato il cartello con su scritto: «Sportello non funzionante, causa esaurimento toner». Gli uffici non sono stati chiusi, i dipendenti sono rimasti dentro, ma si capisce che senza il toner hanno potuto fare ben poco per l'utenza. L'episodio ha causato diversi malumori tra chi era in fila. E non solo. Anche in via Costa il fatto non ha lasciato indifferente il presidente, che ieri mattina ha chiesto al dirigente di area di verificare cosa sia esattamente accaduto. Della Penna ha anche dato disposizioni immediate per recuperare i disagi. La prossima settimana saranno garantite aperture straordinarie. Lo sportello sarà aperto anche il pomeriggio non solo il martedì e il giovedì, come di norma, ma lunedì e mercoledì, dalle 15 alle 17. Di più. La Provincia ha deciso di allungare l'orario di apertura, provvedimento questo non occasionale ma permanente, almeno fino alla fine dell'anno. Dunque, lo sportello dell'area Chezzi resterà a disposizione del pubblico un'ora in più la mattina e 30 minuti in più il pomeriggio, rispetto agli orari attuali.
Intanto ieri lo sportello è tornato a funzionare regolarmente. Il toner è stato recuperato, a quanto pare arrivato da Fondi. A Terracina, infatti, sembrerebbe non si siano trovati già giovedì, nonostante i tentativi, negozi con la disponibilità di toner compatibili con la stampante dell'ufficio del lavoro. Quello che sarà da capire, è come ci si muove in questi casi. Lo sportello di Terracina è un distaccamento del centro per l'impiego di Fondi. Che riceve la cancelleria allo stesso modo di tutti gli uffici della Provincia, come da determine pubblicate.