Le polemiche probabilmente sono destinate ad andare avanti, ma ora c'è una certezza: i bambini della scuola materna della Migliara 48 da lunedì inizieranno le lezioni. Ospitati, però, dalla scuola media di Quartaccio, dove il Comune di Pontinia ha ultimato gli ultimi lavori.  Un trasferimento "obbligato", dato che all'inizio di settembre nel plesso della Migliara 48, com'è noto, sono state riscontrate diverse crepe sulle pareti, dovute al terreno incerto su cui poggia l'edificio. Nessun problema statico, ma in via precauzionale l'amministrazione ha deciso di chiudere la scuola in attesa di indagini approfondite e degli interventi necessari per risolvere il problema.  La soluzione, anche se ha destato più di qualche polemica pure all'interno della stessa maggioranza, è stata individuata nella scuola media di Quartaccio, dove sono stati eseguiti dei lavori per adeguare l'edificio e renderlo idoneo a ospitare - seppur temporaneamente - i bambini della scuola materna. Questi interventi sono terminati e domani i bambini potranno iniziare le lezioni. Questo quanto si legge in un avviso a firma del dirigente scolastico. «Si comunica che, come da nota del Comune di Pontinia (...), i lavori di adeguamento al plesso della scuola secondaria di I grado di Quartaccio, per ospitare le classi della scuola materna della Migliara 48, sono terminati. Pertanto, da lunedì 09/10/2017, gli alunni della scuola dell'infanzia plesso Migliara 48 potranno essere accolti per il normale svolgimento delle lezioni presso la suddetta scuola».  La questione politica, invece, è tutt'altro che risolta. Il consigliere di minoranza Simone Coco anticipa di aver depositato una richiesta di accesso agli atti per far luce sui costi sostenuti. Anche alla luce delle polemiche (anche all'interno della maggioranza) emerse nell'ultima commissione Servizi sociali.