Dopo tante polemiche e un mare di segnalazioni, il Comune di Pontinia ha finalmente deciso di mettere mano agli impianti elettrici e anti-incendio delle scuole. E lo farà grazie al gruzzoletto di "risparmi" accantonato in bilancio.
Il responsabile del settore Lavori pubblici, l'ingegner Corrado Corradi, ieri ha pubblicato la determina a contrarre e l'indizione di gara con procedura negoziata per due interventi piuttosto consistenti. In totale, infatti, l'Ente è intenzionato a investire oltre 130mila euro. Si tratta dell'ennesima procedura burocratica dai tempi biblici, visto che i progetti esecutivi sono stati approvati a febbraio di quest'anno: ci sono voluti otto mesi circa per arrivare alla gara d'appalto. Meglio tardi che mai.
Come dicevamo, si tratta di due interventi. Il primo, per un totale generale di 62mila euro, riguarda i lavori di messa in sicurezza e di adeguamento degli impianti elettrici e anti-incendio della scuola primaria di via Quartaccio – via della Pace; il secondo, per il quale si preventiva una spesa di 74mila euro, prevede l'esecuzione dei medesimi interventi per la primaria di Borgo Pasubio – via Trieste.
Alla procedura di gara saranno invitate «non meno di 15 ditte». Le opere saranno finanziate con l'avanzo vincolato, il cui uso è stato sbloccato (in buona parte) dalla legge di bilancio 2017.