Così come era stato ideato, il parcheggio di via dell'Acropoli, a due passi dal centro storico di San Felice Circeo, avrebbe potuto ospitare un centinaio di veicoli. Ma il progetto, come raccontato qualche giorno fa, pur essendo giunto alla stesura esecutiva, non ha convinto l'amministrazione comunale. La quale, infatti, ha provveduto a revocare l'incarico al progettista.
Il punto di partenza è rappresentato dalla permuta del terreno. Il Comune di San Felice Circeo è entrato in possesso del lotto, situato nelle vicinanze del vecchio campo da pallavolo, dopo averlo "scambiato" con una piccola area a Vigna La Corte prospiciente un'abitazione privata. Viene affidato l'incarico e qualche mese fa il progetto esecutivo, concordato con l'ufficio tecnico che ha suggerito l'eliminazione di un piano, viene depositato.
La struttura ipotizzata sarebbe stata realizzata su due piani, sfruttando il sistema del terrazzamento anche grazie alle caratteristiche naturali dell'area. In totale, come accennato, si sarebbero realizzati 110 posti auto. Una bella boccata d'ossigeno per i parcheggi del centro storico. Un problema annoso che non riesce a trovare soluzioni nonostante le criticità siano evidenti da decenni. Per mitigare l'impatto ambientale, anche se al momento il lotto è coperto solo da sterpaglie, si era pensato a una sorta di giardino pensile. Ma l'idea non ha convinto l'amministrazione comunale, che ha deciso di fare dietrofront.
La motivazione, come riportato in determina, è dettata dalla volontà di realizzare un progetto meno impattante dal punto di vista ambientale. Ma non sono mancate le polemiche, anche perché non è dato sapere, tra le altre cose, quali siano le tempistiche d'intervento e se sia necessario ripartire da zero con gli elaborati tecnici. Il timore è che anche la prossima estate bisognerà fare i conti con il problema dei parcheggi nel centro storico.