L'Urbanistica come volano di promozione e sviluppo del territorio. Questo uno degli aspetti che caratterizzano il progetto "New Towns, Arrival Cities" di cui Sabaudia fa parte e che catapulterà la città delle dune in Europa, dove entra di diritto come "esempio" di nuova fondazione.
L'iniziativa, finanziata dall'Unione Europea, fa parte del programma "Europe for Citizens", coordinato dall'International New Town Institute (Inti) in collaborazione con la facoltà di Urbanistica civile dell'Università di Padova. Nei giorni scorsi la Giunta Gervasi ha deliberato un atto d'indirizzo relativamente alla parte scientifica e l'accordo di cooperazione con l'Inti.
Nel progetto in questione sono previsti una serie di laboratori a carattere socio-urbanistico da svolgersi in diversi Comuni europei. Si inizierà il 22 novembre a Milton Keynes, nel Regno Unito; sarà poi la volta di Sabaudia a maggio 2018; seguiranno Grand Paris Sud (Francia); Vallingb (Svezia); Nissewaard (Olanda). Il laboratorio di Sabaudia sarà incentrato sul tema del «ripensare gli spazi collettivi per riscoprire le nostre radici» e sarà curato dal dipartimento di Ingegneria civile, edile e ambientale dell'università degli studi di Padova.
Come si diceva, per l'amministrazione comunale quest'iniziativa costituisce anche volano di promozione e sviluppo del territorio. Questo - si legge in delibera - «sia per la rilevanza internazionale in grado di fornire una vetrina di promozione turistico-economia del territorio che per lo spessore degli studi/analisi che verranno all'uopo effettuati e per la partecipazione agli eventi che si svolgeranno nelle altre città europee coinvolte, che rappresenteranno un'opportunità unica di acquisizione di know-how in termini di pianificazione socio-urbanistica».