L'Assessorato all'Ambiente della Città di Terracina rende noto che con la Deliberazione di Giunta licenziata oggi è stata revocata la precedente Deliberazione n. 95/2017, la quale stabiliva la redazione dell'avviso pubblico di manifestazione di interesse per la concessione in comodato dell'area verde del Parco del Montuno.

All'avviso non venne dato seguito grazie ad una intervenuta proposta di Legambiente che superò, di fatto, le ragioni dell'avviso. L'atto odierno mette ordine relativamente alle competenze sulla manutenzione del parco e sulla possibilità di fruizione da parte dei soggetti richiedenti stabilendo che utilizzazione del parco da parte di terzi, è subordinata ad apposito sopralluogo del Settore Manutenzioni per verificare, di volta in volta, la praticabilità delle aree da fruire.

"Dopo vari incontri e sopralluoghi in collaborazione con gli uffici tecnici e con il Settore Lavori Pubblici – ha spiegato l'assessore all'Ambiente, Emanuela Zappone – si è deciso di conferire all'Amministrazione Comunale la responsabilità di mettere in sicurezza il parco, per il tramite dell'Ufficio Tecnico, al fine di garantirne la libera e generale fruizione. Tale delibera consente, dunque, di fare chiarezza sulla pertinenza dei lavori di messa in sicurezza dell'area verde, che saranno di competenza dell'Amministrazione stessa".

"È nostra intenzione – prosegue l'assessore - dare la possibilità a Legambiente di svolgere la propria attività di educazione e tutela ambientale all'interno del Parco Montuno. La volontà dell'Amministrazione è quella di promuovere accordi e protocolli d'intesa con tutte le organizzazioni ambientaliste che intendano richiedere la possibilità di far vivere i nostri parchi".