Proseguono gli incontri del sindaco di Sabaudia Giada Gervasi nei borghi e nelle periferie. Ora è stato il turno di Bella Farnia, nell'ex scuola rurale. A promuoverlo, il comitato "Amici di Bella Farnia". Tante le domande poste al primo cittadino e gli spunti di riflessione per affrontare le problematiche e provare a risolvere le diverse criticità. Si parte dalla raccolta dei rifiuti. Al riguardo il primo cittadino ha parlato della opportunità di posizionare a Bella Farnia tre isole ecologiche, grazie al finanziamento regionale ottenuto dal Comune.

Prioritario il problema dei pini presenti lungo le strade, che generano notevoli disagi alla circolazione per il manto stradale a tratti rialzato a causa delle radici sporgenti, nonché problemi legati alla sicurezza dei pedoni, ciclisti e automobilisti. Il Comune ha già allertato la Provincia, organo competente, per gli interventi del caso. Altra problematica sentita dalla cittadinanza della zona è relativa al servizio idrico. Durante la riunione si è anche parlato di illuminazione pubblica e delle diverse criticità emerse nel corso degli anni. La problematica potrebbe essere risolta a monte, rivedendo tutto il sistema illuminazione, anche con strumenti di efficientamento energetico seguendo i dettami della Smart City. «Resta fermo il mio impegno e la disponibilità nell'affrontare e trovare congiuntamente le soluzioni alle criticità della frazione – ha commentato il sindaco – Le emergenze sono tante e ci vuole tempo per cercare di arginarle tutte quante. Come Amministrazione stiamo realizzando un piano di lavoro operativo per mettere in fila tutti gli interventi ed attuarli secondo priorità».