La Regione Lazio ha deciso di impegnare centomila euro in favore del Comune di Priverno per sostenere il progetto con finalità educative e sociali legato all'utilizzo dei terreni confiscati alla criminalità organizzata da parte degli studenti dell'Isiss "Teodosio Rossi".
Nei giorni scorsi, infatti, dopo gli atti preliminari che annunciavano il protocollo d'intesa a tre fra Comune, Regione e scuola, oltre ai vari carteggi burocratici necessari per predisporre nel dettaglio tutta la questione, l'ente capitolino ha ufficializzato la concessione in comodato d'uso gratuito dei terreni confiscati presenti nel territorio privernate e ha dato contezza del sostegno economico che la stessa Regione sosterrà in due anni per contribuire alla riqualificazione e alla conduzione di queste aree, che di fatto saranno in mano agli studenti dell'Agrario.
I finanziamenti arriveranno in due tranche: la prima, da 50mila euro, riguarderà il 2017; la seconda, dello stesso valore, sarà erogata nel 2018. Chiaramente, anche il Comune contribuirà alla spesa complessiva di 137.035,50 euro, che sarà necessaria - come spiegano dalla Regione e come si evince dal protocollo d'intesa - per la realizzazione di interventi di bonifica, realizzazione impianti, opere di consolidamento dei terreni, nonché per l'ultimazione dei lavori sul fabbricato rurale.
Le aree concesse in comodato d'uso - vale la pena ricordarlo - si trovano in diverse zone del paese: stiamo parlando di sei uliveti e di un fabbricato rurale, quest'ultimo composto da quattro vani e mezzo e ubicato in via Colle Menardo. Nella stessa strada c'è anche un uliveto grande 40 metri quadrati, ossia il corrispondente della quota parte di 2/6 di un terreno.
Sempre a Colle Menardo sono stati concessi altri due uliveti: uno grande 2.620 metri quadrati e l'altro 1.330.
L'uliveto in zona Montanino, invece, ha un'ampiezza minore: 530 metri quadrati. Quello vicino al Fosso di Colandrea, poi, è grande 1.830 metri quadrati.
Infine, l'uliveto più esteso concesso all'Agrario - ben 3.556 metri quadrati - si trova nei pressi di Salita Aitante.