La campagna elettorale entra di prepotenza nella questione dei risarcimenti riconosciuti dalla Regione ai tanti residenti e imprenditori colpiti dalla tromba d'aria lo scorso 5 novembre. La politica commenta il via libera della giunta Zingaretti allo stato di calamità naturale, che ora dovrà proseguire il suo i ter al ministero. Secondo Daniele Cervelloni, che guida il Pd di Terracina, "si tratta di un passo importante che dimostra non solo la bontà del lavoro svolto dalla Giunta regionale uscente in questi anni ma anche la vicinanza della stessa e del nostro partito ai problemi della cittadinanza locale - spiega Cervelloni - Ora certamente occorrere aspettare la chiusura dell'intera procedura amministrativa affinché si possa garantire agli imprenditori colpiti la possibilità di tornare a svolgere la propria attività con maggiore serenità. Tuttavia, non si puo negare che il lavoro da fare è ancora molto. La speranza appunto è quella di poter continuare in questa direzione nei prossimi mesi grazie anche soprattutto alla conferma del presidente Zingaretti alla guida della Regione Lazio». A Cervelloni rispondono il sindaco Nicola Procaccini e ben due assessori, tutti di Fratelli d'Italia, Luca Caringi e Pierpaolo Marcuzzi, i quali ringraziano la Regione ma "occorre precisare che si tratta di un risultato ottenuto grazie alla mobilitazione generale messa in atto, già nelle prime ore successive agli eventi, per l'assistenza di agricoltori e privati cittadini che hanno subito ingenti danni. L'Amministrazione Comunale ha potuto contare sulla professionalità degli Uffici Comunali e dei professionisti dell'Associazione Geometri di Terracina i quali si sono immediatamente messi a disposizione gratuitamente per raccogliere le segnalazioni dei danni subiti ed elaborare le richieste per il riconoscimento dello stato di calamità naturale, dando così concreta dimostrazione di solidarietà e di spirito di comunità. Quando si registrano collaborazioni tra le istituzioni e le forze sociali di Terracina in circostanze così importanti per il bene dei cittadini, significa che si sta promuovendo quella buona politica da tutti auspicata. Quella buona politica che si alimenta con i fatti e non con i comunicati di propaganda elettorale. Ora ci auguriamo che le pratiche concludano celermente il loro iter burocratico in modo da disporre, in tempi brevi, delle risorse necessarie. Anche in questa fase proseguirà l'azione di assistenza e sorveglianza da parte della nostra Amministrazione, come abbiamo fatto in sede di presentazione dell'istanza".