Durante l'ultima seduta di Consiglio comunale, la maggioranza a 5 Stelle di Nettuno ha approvato un regolamento volto a disciplinare le attività commerciali che esercitano i giochi leciti o che posseggono apparecchi di intrattenimento e raccolta di scommesse. Si tratta di un documento che, in primis, vuole contrastare la ludopatia «quale fenomeno che in maniera sempre più preoccupante e grave - si legge in una nota del Comune - sta diventando un elemento che disgrega le relazioni sociali e affettive e, dunque, la società stessa». Di fatto, attraverso questo nuovo regolamento, l'amministrazione «non ha l'intenzione di contrastare le sale da gioco in quanto tali né, tantomeno, vuole danneggiare i gestori», ma intende «attuare tutto quel che si può fare per contrastare la ludopatia, fenomeno che colpisce in modo ampio e trasversale tutte le fasce d'età: i giovani, gli adulti, gli anziani. Questo regolamento - prosegue la nota - arriva da un percorso già partito e da un progetto finanziato dalla Regione, "Lazio in Gioco", cui è stato dato seguito con questo documento». Tra i punti del regolamento spicca la necessità di una distanza da luoghi sensibili - chiaramente da mappare - «e comunque da tutti i punti di aggregazione di minori, anziani e di ogni categoria a rischio esposizione alla ludopatia».