In una delle sue ultime sedute, la Giunta comunale di Pomezia ha approvato il progetto delle opere di urbanizzazione primaria per la realizzazione di una nuova strada di collegamento tra via Laurentina e via dei Castelli Romani.

Si tratta di una infrastruttura che vedrà la luce grazie a una convenzione tra il Comune e le società proprietarie dei lotti compresi tra le due strade provinciali sopra elencate: le ditte, dal canto loro, realizzeranno un capannone di 15.000 metri quadrati destinato a logistica e, a scomputo degli oneri di urbanizzazione dovuti per legge, realizzeranno una bretella stradale di circa un chilometro, che consentirà di decongestionare una parte del traffico locale.

«Dopo decenni riusciamo a realizzare una strada di collegamento che inciderà in maniera determinante sulla viabilità di Pomezia Nord - ha sottolineato l'assessore Giuliano Piccotti -. Questa infrastruttura va ad aggiungersi alle altre già in programma: la strada che collegherà via dei Castelli Romani con via Campobello e quella che collegherà la complanare di via Pontina all'altezza del sottopasso di via Spaventa fino a via dei Castelli Romani, altezza della sede Asl».

Stando a quanto ipotizzato dall'ente di piazza Indipendenza, il cantiere dovrebbe aprire entro un mese, ossia subito dopo la firma della convenzione tra municipio e privati, con questi ultimi che si impegneranno a costruire la nuova bretella stradale, a realizzare le opere di raccolta delle acque superficiali, a predisporre l'impianto per la pubblica illuminazione, a effettuare la manutenzione ordinaria e straordinaria delle aree fino al momento della consegna definitiva al Comune.

«Pomezia Nord sarà dotata di un'infrastruttura attesa da tempo che consentirà di rendere più fluida la circolazione del traffico nella zona industriale» ha aggiunto il sindaco della città, Fabio Fucci.