L'azienda Heinz Plasmon ha accettato di riconsiderare il licenziamento di 95 dipendenti nello stabilimento di Latina. E' l'esito del confronto che si è svolto presso il Ministero dello Sviluppo Economico tra azienda e sindacati. Il consigliere regionale del Pd Enrico Forte, che ha seguito la vicenda nei mesi scorsi, si felicita per l'esito di questo tavolo di confronto. "La vicenda legata alle difficoltà dello stabilimento Heinz Plasmon di Latina è un importante esempio di quanto sia importante creare iniziative e luoghi di confronto preventivo per risolvere le problematiche aziendali ed evitare ricadute negative per i lavoratori e per l'indotto. Nel caso di Latina; l'azienda ha accettato di riconsiderare i 95 licenziamenti previsti dopo l'incontro di ieri tra l'azienda, le sigle sindacali, il Ministero dello Sviluppo Economico e la Regione Lazio, con quest'ultima che ha avuto un ruolo importante per raggiungere l'intesa per aprire la strada agli ammortizzatori sociali ed avviare il programmato processo di innovazione. Ritengo che l'ente regionale possa continuare a svolgere un fondamentale lavoro di mediazione, un osservatorio privilegiato sul territorio in ambito occupazionale per raggiungere intese che possano tutelare e garantire tutte le parti."