Arriva la deroga per la navigazione nel lago di Paola, ma con regole chiare e soprattutto solo per alcuni mezzi, quelli delle associazioni sportive, autorizzati. A dare il via libera è stato il Parco nazionale del Circeo dopo un'attenta istruttoria. Si tratta di un provvedimento che si è reso necessario sia per la sicurezza, ma anche per la tutela e la salvaguardia degli ambienti dell'area protetta.
Nell'atto, in deroga alle vigenti normative, si elencano una serie di dettagliate prescrizioni. Tutti dovranno attenersi a quanto messo nero su bianco, visto che una qualsiasi violazione produce la decadenza per tutti i mezzi, eccetto quelli di salvataggio, del relativo gruppo sportivo. La navigazione deve avvenire nelle ore diurne: occorre mantenere una distanza di 25 metri dalle sponde. È vietato navigare, sia a remi, sia a vela, sia a motore, nel braccio della Molella e quello della Bagnara. Eccezione fatta per l'area della mitilicoltura, per la quale è stata autorizzata l'imbarcazione adibita a tale attività. Durante gli allenamenti ogni associazione sportiva potrà utilizzre un massimo di due imbarcazioni e contemporaneamente, in concomitanza di gare o manifestazioni autorizzate, potranno esserci 12 imbarcazioni. La velocità massima consentita è di sei nodi l'ora ed è comunque vietata la navigazione in planata.
Per quanto riguarda l'imbarcazione "Punta Sorresca", è autorizzata fino al 30 settembre per attività di trasporto terzi di diretto interesse alla fruizione dell'Ente Parco, in particolar modo all'accesso via lago alla villa di Domiziano.
Le barche autorizzate dovranno riportare sullo scafo il codice assegnato ed esibire un'apposita bandierina di riconoscimento.