Utilizzare la nautica per migliorare la vita dei pazienti con disagi psico-fisici, ma anche analizzare le prospettive future e i progetti da porre in essere tra Anzio, Nettuno e Pomezia.

È questo, in estrema sintesi, il senso del progetto "Bolina stretta. Esserci abilmente, stando insieme", che è stato presentato alle 10 di sabato mattina (7 aprile 2018) nella sala "Gatti di Lungomare delle Sirene 109/B, a Torvajanica, e che scaturisce da un protocollo siglato fra la Asl Roma 6 e la Lega Navale Italiana, che ha le proprie sezioni nei tre Comuni sopra citati.

A chi è rivolto, però, questo progetto? La Asl e la Lega Navale Italiana hanno chiarito che potranno partecipare ai corsi i pazienti da dieci anni di età in avanti, tutti presi in carico dai servizi di Salute Mentale-Riabilitazione dell'età evolutiva, Dipendenze, Centro di Salute Mentale e Centri diurni della Asl Roma 6.

«Verranno divisi in gruppi in base all'età - prosegue la nota diramata dalla Asl Roma 6 -, alle caratteristiche psico-fisiche e cliniche e al grado di sviluppo e di integrazione socio-relazionale. Al loro fianco, gli operatori della Asl Roma 6 o di strutture convenzionate e gli istruttori della Lega Navale, che verranno formati sui quadri clinici e sulle modalità relazionali e comunicative dei pazienti».