È arrivata nei giorni scorsi la relazione sul funzionamento complessivo della macchina amministrativa di Pontinia redatta dall'Organismo indipendente di valutazione (Oiv). Nessun particolare rilievo è stato mosso, ma è emersa l'esigenza di aggiornare quelli che sono i criteri di valutazione della performance dei dipendenti. Parliamo del raggiungimento di "particolari" obiettivi che in qualche occasione hanno dato vita a polemiche, visto che nella pianificazione si parlava di generici progetti o coordinamento dell'ordinaria attività di lavoro. Non proprio, insomma, degli obiettivi da raggiungere. In questo caso, invece, l'Organismo indipendente di valutazione si sofferma su un altro aspetto: il sistema di valutazione. Quello attuale, come si legge nella relazione, si basa su quattro fattori: obiettivi; comportamenti organizzativi; customer satisfaction; capacità di differenziare le valutazioni. Sono quelli previsti dal regolamento del 2015. Ora, però, c'è la necessità di aggiornarlo sia per definire in maniera più puntuale il punteggio dei vari fattori sia per renderlo adeguato alla normativa vigente (sono state introdotte novità nel 2017). Per quel che riguarda la Trasparenza, invece, l'Ente «sta assolvendo in modo discreto» agli obblighi imposti da legge. Qualche passo in avanti è stato fatto anche per quel che riguarda la pubblicazione degli atti all'albo.