Per la Cisl è l'accordo del secolo, il salvataggio dei lavoratori interinali da parte dell'azienda speciale Abc. I quali lavoratori interinali, costituitisi in comitato spontaneo, non sono d'accordo e giudicano il bando pubblico una presa in giro. 

Ecco la nota della Cisl che organizza anche un corso di formazione per i lavoratori interinali.

"Colto in pieno il primo punto dell'accordo sottoscritto dalla Cisl di Latina e dallaFelsa Cisl per dare futuro a queste persone meno fortunate: infatti in relazione all'accordo sottoscritto in data 17 gennaio 2018, nel quale erano state previste lemodalita' di assorbimento dei lavoratori interinali, l'Azienda speciale si è impegnataa prendere circa 20 persone per l'anno 2018 e ci auguriamo che siano molto di piu'. Il corso di preparazione avra' inizio il 16 aprile, alle ore 17.00, presso l'Officina delSapere - via San Carlo da Sezze, 18 – Latina. L' Azienda Speciale costituita dal Comune di Latina, attualmente, ha gia' in organico circa 160 persone che garantiscono la raccolta dei rifiuti e il decoro della citta'.
Molte sono state le vicende che hanno caratterizzato il settore con il fallimento della Latina Ambiente che ha aperto definitivamente un nuovo scenario nello stesso.Soddisfacimento e' stato espresso dal Segretario Generale della Cisl, Roberto Cecere: "Siamo nel percorso giusto, ci auguriamo che questa azienda possa, nei prossimimesi, dare risultati sperati, migliorando le procedure gestionali interne. I lavoratori che entreranno nei prossimi mesi daranno sicuramente un impulso maggiore a tuttal'azione aziendale per migliorare il servizio." La Segretaria della Felsa Cisl Claudia Diana: "Finalmente si é avviato l'iter diattuazione degli impegni presi dall'Azienda ABC, che consentirà lo sviluppo delprocesso virtuoso teso al raggiungimento di quanto i lavoratori si aspettano."

Questa invece la nota del sindacato COSLILAM Comitato Spontaneo Lavoratori Interinali ex Latina Ambiente

Il 20/04/18, alle ore 12:00, come ormai tutti sanno,  scade il termine ultimo per presentare la  candidatura, a partecipare al bando di selezione pubblica, per l'inclusione nella lista d'attesa dell'azienda speciale ABC. Un sistema alquanto improvvisato un po'  come il gioco della Mosca cieca. Il tanto decantato bando di evidenza pubblica, dato alla città il  29/03/18, numero di protocollo 45756, con il quale, l'azienda speciale ABC, rende noto che…, consta di 6 fogli e sette articoli.  In realtà tutto il progetto è concentrato nelle prime 31 righe del documento, per il resto è aria fritta e formalismi vari, tanto per dare una parvenza di serietà, o meglio di legalità. Molta la delusione ! In principio i presupposti erano altri, è stato detto e varie volte ribadito, proprio dalla leadership di questa maggioranza, che lo scopo che si voleva raggiungere con questo progetto, oltre alla ripubblicizzazione del servizio di igiene pubblica, era quello di arrivare a stabilizzare tutti quei lavoratori interinali, circa una cinquantina di unità, che nel corso dei decenni passati, dopo aver pietito e patito per un posto di lavoro, avrebbero potuto finalmente riacquistare la dignità di lavoratori, continuando semplicemente a fare ciò che hanno sempre fatto, con la sola eccezione della sicurezza del posto di lavoro. Ha fatto ben sperare l'acquisto del ramo d'azienda, formalizzato all'inizio di quest'anno, dalla fallita LATINA AMBIENTE spa e l'inclusone, ipso fatto della forza lavoro, 153 addetti, senza alcuna prova di ammissione, ne altre garanzie, chi c'è, c'è. Chi nel frattempo, ha cambiato lo spartito? Perché la musica è un'altra. Nell'avviso pubblico di selezione, c'è scritto: " l'Azienda per i BENI COMUNI di Latina, rende noto che …  è indetta una SELEZIONE pubblica finalizzata alla composizione di una graduatoria da cui attingere per l'assunzione di personale  per lo svolgimento di prestazioni nel Servizio di raccolta differenziata "porta a porta " dei rifiuti solidi urbani SUL territorio del Comune di Latina ." Fin qui sembra che tutto scorra per il meglio. Di seguito. "Dalla graduatoria DEFINITIVA verrà assunto un numero VARIABILE di candidati FINALIZZATO, comunque ed in ogni caso a GARANTIRE una copertura del servizio in funzione delle esigenze operative ANNUE pari circa a CIRCA 39.000 ore lavorative" … e cioè? Proviamo a capire. In sostanza, ci sarà una selezione pubblica, per la composizione di una graduatoria, suddivisa in due parti, cosi sembra, finalizzata – ad individuare non piu' di 100 lavoratori, come è  specificato meglio in seguito. Potremmo dire 100 soggetti "privilegiati," che per 24 mesi, tanto è la durata di questa graduatoria, potranno fregiarsi di avere un lavoro a tempo DETERMINATO. Due anni di part-time a rotazione garantito. Dopo di che? Si torna alla normalità, di nuovo disoccupati. Alquanto singolare, oltre ai numerosi filtri elaborati, è la condizione posta, delle 39.000 ore annue, entro il quale i prescelti verranno collocati. A conti fatti delle 100 unità individuate, solo 20 potranno beneficiare di questa opportunità. Tenuto conto che per contratto ogni lavoratore svolge il proprio servizio in 36 ore lavorative settimanali.  A meno che, tutto questo ragionamento non preveda il solito trucco. Come insegna La storia elettorale di questo paese, quando in un certo periodo, c'era chi per accaparrasi il consenso alle urne, donava dapprima la scarpa sinistra e in caso di vittoria, dava la scarpa destra. Tra i mille artifizi  escogitati, per  questa selezione, si è previsto, un'apposita Commissione Esaminatrice, nominata con un provvedimento del CdA della ABC, con un autonomo potere decisionale che valuterà, a suo insindacabile giudizio, le capacità attitudinale ed operative dei candidati. Domanda, premesso che il livello J prevede 4 profili professionali, e l'avere un'esperienza precedente nel settore, conferisce 2 punti in graduatoria, cosa esaminerà questa commissione, se il maggior numero di candidati interessati sono proprio quei lavoratori interinali, ex Latina Ambiente, che hanno uno stato di servizio poco meno che ultra decennale,  ma soprattutto ne sarà in grado? Nutriamo seri dubbi. Sembrerebbe proprio che in ABC, tutto è come era, soldi pubblici, potere privato?  Comunque che ne sarà dei restanti 80 candidati prescelti? In capo a tutto domina il principio in pieno stile CAPITALISTA  del, "compatibilmente con le esigenze economiche aziendali".  Il personale una volta assunto, sarà inquadrato con la qualifica di operaio di livello J (tradotto sarebbe Junior) con mansioni di operatore ecologico, come stabilisce il CCNL Utilitalia, lo stesso è a dirsi per il trattamento economico, le regole sono quelle di Utilitalia. Sia chiaro chi paga però non è Utilitalia. Comunque nell'indifferenza generale, tra una maggiorana pressappochista, una opposizione rabberciata, incapace, e inconcludente, una controparte sindacale inesistente, Latina continua ad essere terra di conquista.