Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti ha premiato oggi pomeriggio con una targa ricordo Nicolò Francescotti, il ragazzo di soli tredici anni che lo scorso 14 aprile si è reso protagonista di un bellissimo gesto sportivo sbagliando di proposito un calcio di rigore dubbio durante la gara di campionato di giovanissimi provinciali fascia B fra A.S.D. Aprilia e Connect Calcio a 5. "Si è trattato di un bell'esempio di fair play e correttezza per tanti adulti – ha detto il presidente Zingaretti - per questo ho voluto premiare questo giovane calciatore insieme al suo dirigente. Auguro al ragazzo un grande in bocca al lupo per il suo futuro". Alla premiazione ha partecipato la famiglia di Nicolò: la madre Bella, il padre Fabrizio e la sorella. Al padre, dirigente della società, sono stati donati anche sei palloni per l'attività sportiva della società apriliana. Alla cerimonia ha presto parte anche il consigliere regionale di Liberi e Uguali, Daniele Ognibene". Lo comunica in una nota la Regione Lazio.