Emanata dal sindaco di Terracina Nicola Procaccini l'ordinanza con cui si stabiliscono le zone soggette a divieto di balneazione per la stagione estiva 2018. Specularmente alle indicazioni della Regione Lazio in tema di balneabilità delle acque, sono confermati i divieti ai lati destro e sinistro degli approdi cittadini (Sisto, Badino e Porto Canale), misura assunta a tutela dell'incolumità dei bagnanti messa a rischio esclusivamente dal passaggio delle imbarcazioni e non per la qualità delle acque. Per quanto riguarda lo specchio d'acqua nella zona del dismesso depuratore di via Delle Cave, il divieto di balneazione ancora vigente si riferisce agli anni in cui il depuratore era in funzione. Infatti, la legge prevede che, dopo la dismissione, si proceda ad un lungo periodo di prelievi continuativi. Attualmente, a seguito della richiesta inoltrata dal Comune di Terracina alla Regione Lazio di procedere al campionamento delle acque attraverso l'ARPALAZIO, si è in attesa delle valutazioni. Il sindaco afferma che "anche quest'anno sono confermate le misure già assunte la scorsa estate: i divieti riguardano solo le zone adiacenti ai porti per il pericolo costituito dal passaggio delle imbarcazioni. Nei mesi scorsi abbiamo chiesto alla Regione di provvedere al campionamento dei tratti interessati dal vecchio depuratore per avere il quadro completo della situazione, ma siamo fiduciosi nel responso che, in realtà, potrà giungere definitivamente solo per la stagione 2019, come previsto dalla normativa. Terracina è pronta ad affrontare la nuova stagione, garantendo a cittadini e turisti il massimo della sicurezza e della godibilità della nostra costa".