Anni trascorsi tra le rimostranze dei residenti della zona scatenate dai timori e rischi concreti rappresentati dalle piene del "Torrente Pontone" hanno richiamato, non di rado, l'attenzione delle amministrazioni dei Comuni limotrofi di Gaeta, Itri e Formia, nonché quella dell'opinione pubblica tutta.
In questi giorni giunge la notizia della pubblicazione di un bando di gara finalizzato all'esecuzione di manutenzione ordinaria presso il Rio Pontone, ma solo per quanto concerne la zona ricadente del Comune di Gaeta.
La Regione Lazio, infatti, ha concesso a questo Comune un primo finanziamento di 240mila euro finalizzato alla messa in sicurezza delle aree prospicienti il tratto del torrente che insiste nel suo territorio comunale. In particolare si provvederà al taglio della vegetazione, alla pulizia dell'alveo tramite asportazione dei sedimenti di qualsiasi dimensione, nonché interventi puntuali di ingegneria naturalistica. Questo primo intervento servirà soprattutto a rendere il deflusso delle acque più libero da vari e innumerevoli ostacoli presenti nell'alveo del fosso stesso. Successivamente occorreranno ulteriori e più adeguati finanziamenti da parte della Regione Lazio per la messa in sicurezza completa delle aree prospicienti il fosso.
«Una manutenzione - commenta il sindaco Mitrano - che servirà per ora a mitigare il rischio, ma non eliminarlo. Si tratta di un intervento che, però, è ugualmente di fondamentale importanza, poiché andiamo a ridimensionare l'attuale rischio di esondazione. Procediamo alla messa in sicurezza del Torrente, ma ci auspichiamo che la Regione Lazio provveda a stanziare i fondi in maniera periodica per le attività di manutenzione sovracomunale».