Un auditorium "San Michele Arcangelo" pieno in ogni ordine di posto ha fatto da cornice alla presentazione, ieri mattina, dell'Atlante della Biodiversità floristica dei Monti Lepini, la cui pubblicazione è stata curata dalla Compagnia dei Lepini e realizzata dalla Edizioni Belvedere, che hanno puntato a mettere in luce l'elevato valore naturalistico del territorio, oltre al valore floristico e vegetazionale che contribuisce in maniera fondamentale al disegno paesaggistico. A fare gli onori di casa, dopo l'intervento di Pietro Ceccano, assessore del Comune di Sezze che ha portato, tra l'altro, i saluti del sindaco, il presidente della Compagnia Quirino Briganti, che nel suo intervento ha spiegato i motivi che hanno spinto a realizzare uno strumento così completo per la conoscenza del territorio: «Abbiamo voluto realizzare questo testo con rigore scientifico e con approccio divulgativo per raccontare a tutti, esperti e appassionati, quanta e quale ricchezza di specie e comunità vegetali sono presenti sul territorio. Una ricchezza, quella dei Monti Lepini, che è legata all'elevata diversità di ambienti che caratterizzano questa catena montuosa, a sua volta dovuta all'eterogeneità climatica, geomorfologica, pedologica e di usi antropici che in essa è facile riscontrare». Chiamati a intervenire anche Salvatore La Penna, consigliere regionale del Pd, ed Enrica Onorati, assessore nella Giunta guidata da Nicola Zingaretti, che ha confermato l'attenzione della Pisana a iniziative di questo genere, cui ne seguirà una dedicata alla fauna del territorio lepino. A concludere gli autori materiali del volume, che hanno spiegato in che cosa è consistito il loro lavoro, che ha dato un'altra impronta allo sviluppo e alla conoscenza di questa importante area geografica.