Anche la società Condotte dovrà intervenire nel reclamo del Comune di Latina che contesta il fallimento della società Terme di Fogliano spa. Lo ha stabilito ieri mattina la Corte d'Appello che d'ufficio ha chiesto l'intervento di Condotte, ossia del creditore che, forte di un titolo di 9 milioni di euro, ha proposto istanza di fallimento poi accolta dal Tribunale di Latina lo scorso dicembre. Avverso la sentenza il Comune, rappresentato dall'avvocato Cinzia Mentullo, ha proposto reclamo invocandone la revoca in quanto la perizia avrebbe sottostimato il valore reale del patrimonio della società.
Tutta l'impugnazione ruota attorno a quella valutazione fatta dal consulente tecnico del Tribunale, Maria Cristina Ciampi, la quale ha considerato i terreni dell'area di proprietà di Terme spa come «seminativi».