Da ieri mattina il Partito Comunista ha messo in atto una curiosa protesta contro l'idea lanciata dal Ministro dell'Interno Salvini di far scendere in spiaggia squadre che controllino i venditori ambulanti, in massima parte stranieri.
E così alcuni attivisti della sezione intitolata a Thomas Sankara di Latina hanno inviato sul litorale pontino «diverse squadre di militanti, che fornendo generi di prima necessità e di sollievo (acqua, succhi di frutta e merendine) cercano di unire culturalmente le lotte dei proletari immigrati a quelle dei proletari italiani, vittime entrambi di un unico nemico, il capitalismo».
 «L'iniziativa ha riscosso un notevole apprezzamento - dice Sergio Sciaudone del Partito Comunista - sia da parte dei venditori che da parte dei bagnanti e verrà portata avanti per tutto il mese di luglio"