Tutto pronto per l'inaugurazione del Centro Operativo Intercomunale nel comune di Nettuno che ha trovato "casa" negli ex uffici comunali a Tre Cancelli. Questa sede sarà anche la base della Protezione civile, il punto di partenza per agire quando si devono fronteggiare delle situazioni di emergenza, dagli incendi, ai rami di alberi per strada, dagli allagamenti a possibili eventi sismici e quant'altro. Esattamente un anno fa il Comune di Nettuno, guidato dall'allora sindaco Angelo Casto, aveva individuato come sede del COI la sala dei trofei dello stadio di Baseball Steno Borghese. Una scelta criticata da più parti, sia dagli amanti del baseball, che dalla Protezione Civile stessa che non riteneva idonea quella sede. Il Centro Operativo Intercomunale, infatti, viene organizzato secondo le necessità per eventi naturali o climatici di considerevole entità, diventando una vera e propria sala operativa delle forze dell'ordine. Essendo non solo COC (centro operativo comunale per le emergenze che si verificano nel comune dove è ubicato), ma come detto COI, lo Stadio di Baseball non poteva essere una scelta idonea. In caso di allagamento o vasto incendio a Pomezia, infatti, potrebbe essere necessario attivare il COI a Nettuno senza che qui vi sia un'emergenza, o peggio ancora, potrebbe succedere durante una partita di baseball con macchine parcheggiate nel piazzale e tifosi da far defluire, cosa che non si verificherebbe in caso di emergenza nel comune per cui la partita sarebbe verosimilmente già sospesa.