L'intenzione del comitato per la difesa del punto di primo intervento e dell'amministrazione comunale di Sabaudia è chiara: la struttura di via Conte Verde non deve essere chiusa. Della problematica relativa alla riorganizzazione voluta dalla Asl di Latina se ne è discusso nell'incontro avvenuto sabato mattina in Comune al quale hanno preso parte il dottor Franco Brugnola, rappresentante del comitato, l'assessore alla Salute Ennio Zaottini e il sindaco di Sabaudia Giada Gervasi.
Brugnola nel suo intervento ha illustrato il quadro normativo, nazionale ed europeo, entro il quale si inseriscono i punti di primo intervento. Ha ricordato le funzioni di queste strutture e la necessità, per il territorio comunale e le realtà limitrofe, che le stesse vengano mantenute. L'amministrazione comunale ha quindi ribadito di voler proseguire «in tutte quelle azioni necessarie - si legge in una nota - alla tutela della salute dei cittadini di Sabaudia e di tutti i turisti che la scelgono, soprattutto in estate, per le loro vacanze. Un diritto, quello alla salute e accesso alel cure primarie, sancito costituzionalmente e che non può essere leso da mere logiche di spending review che non tengano conto delle sisgenze dei territori interessati».
«Il punto di primo intervento di Sabaudia - ha detto il sindaco Gervasi - ha una specifica valenza non solo per il territorio comunale, ma anche per tutti i cittadini dei Comuni limitrofi, in mancanza del quale dovrebbero percorrere diverse decine di chilometri per raggiungere il pronto soccorso più vicino. Mantenere attiva una simile struttura, dunque, vuol dire non andare a ingolfare le strutture ospedaliere che, com'è ben noto, già di per sé vivono situazioni critiche e di disagio, sia per i pazienti che per il personale». Il Comune di Sabaudia, hanno fatto sapere nel corso dell'incontro, è disposto a intervenire anche «economicamente per garantire la continuità del servizio, andando addirittura a integrarlo a tutela delle esigenze della popolazione». Tra le idee in cantiere, quella di realizzare un'elisuperficie «per una migliore gestione delle emergenze».
Sul fronte del punto di primo intervento, comunque, a giorni sarà riunita la commissione Sanità per elaborare una proposta di gestione e riorganizzazione.