Panchine rosse in ricordo di Stefania Gusella e di tutte le donne vittime di violenza. Questa mattina alla presenza della famiglia Gusella, l'amministrazione comunale, in occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne – che ricorrerà il 25 novembre – ha inaugurato due panchine rosse collocate tra corso Giovanni XXIII e piazza don Sturzo alla giovane apriliana assassinata dal fidanzato vent'anni fa. Una brutta pagina di storia per la città, che questa mattina ha voluto ricordare Stefania, simbolo della lotta contro la violenza di genere. Dopo l'intervento dei ragazzi delle scuole, che hanno letto poesie manifestando la propria partecipazione e le parole dell'assessore ai servizi sociali Francesca Barbaliscia che ha ricordato la presenza in città di un centro antiviolenza inaugurato lo scorso anno e finanziato dalla Regione, anche il sindaco Antonio Terra ha voluto offrire il proprio contributo rimarcando l'importanza della manifestazione. "Una giornata importante – ha detto Terra - perché ci teniamo a far passare un messaggio come amministrazione su vicende devastanti per la nostra comunità. Vicende che purtroppo leggiamo ogni giorno sui giornali, e ogni giorno cerchiamo di far passare un messaggio positivo ai nostri giovani, perché è dal basso che dobbiamo educare la nostra società al rispetto, attraverso azioni concrete ed eventi che spieghino il male per contrastarlo. Abbiamo voluto dedicare l'evento di quest'anno a Stefania, perché la città intera vent'anni fa ha vissuto un dramma insieme alla famiglia e dobbiamo lavorare a livello culturale affinchè non accada".