Il mondo del cinema e dello spettacolo dice addio a Giuliana Calandra, l'attrice è morta ieri ad Aprilia all'età di 82 anni. Attrice di teatro, televisione e cinema aveva lavorato con Dario Argento, Marco Ferreri, Alberto Sordi, Lina Wertmueller, Mario Monicelli, Dino Risi, Sergio Corbucci e Alberto Lattuada. Ad annunciarlo il figlio Tomaso Radaelli e i fratelli dell'attrice Giovanni e Carlo. Il suo ruolo cinematografico più famoso è quello della scrittrice assassinata nel suo bagno di casa all'interno del capolavoro di Dario Argento  'Profondo rosso' (1975), ma  tanti  la ricordano anche nel ruolo di Mara Canà, moglie di Oronzo Canà, ne "L'Allenatore nel Pallone", film che è ormai un "cult" italiano gli appassionati di calcio. Ma per il cinema aveva interpretato brevi parti in grandi film come 8 e mezzo (1963) di Federico Fellini, Deserto rosso(1964) di Michelangelo Antonioni,Vaghe stelle dell'Orsa(1965) di Luchino Visconti e Prima della rivoluzione(1966) di Bernardo Bertolucci, fino a Giù  la testa(1971) di Sergio Leone. I funerali avranno luogo domani alle 12 nella Chiesa degli Artisti, in piazza del Popolo a Roma.