Il Presidente della Federazione Nazionale della Stampa Giuseppe Giulietti ha fatto vista alla redazione di Latina Oggi dopo la pubblicazione delle intercettazioni allegate agli atti dell'inchiesta sulla gestione dei rifiuti a Gaeta e Minturno da parte di Ecocar e nelle quali uno degli indagati fa affermazioni minatorie e lesive della dignità della collega Graziella Di Mambro che aveva pubblicato un articolo sull'affidamento senza gara del servizio rifiuti di Minturno alla Ecocar, società in quel momento soggetta ad interdittiva antimafia. "Gli attacchi della criminalità e dei corruttori ad un giornalista sono un attacco a tutta la categoria - ha sottolineato Giuseppe Giulietti - la Federazione segue storie di questo tipo in tutta Italia e sta accanto ai cronisti minacciati perché tutti sappiano che ad essere colpita è una comunità di professionisti nonché la libertà di informare ed essere informati>. Il Presidente della Fnsi ha anche ricordato quanto sia importante tenere aperte le voci del territorio, qual è Latina Oggi, e dunque quanto sia grave il tentativo in essere di abolire il contributo pubblico per le cooperative che garantiscono la pluralità di voci in Italia, concetto peraltro più volte ribadito dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Anche il direttore Alessandro Panigutti ha ribadito la necessità di mantenere il sostegno alle piccole realtà come Latina Oggi che però garantiscono il racconto dei territori. Concetto analogo è stato espresso dal segretario dell'Associazione Stampa Romana, Lazzaro Pappagallo che ha annunciato un'iniziativa in tale senso per il 30 novembre a Roma e a seguire nelle altre province del Lazio. All'incontro erano presenti anche i rappresentanti di Stampa Romana e del cdr di Latina Oggi.