Continua la mobilitazione del mondo politico contro l'arrivo dei rifiuti di Roma alla Rida Ambiente per gestire l'emergenza scaturita dall'incendio al Tmb Salario. Anche i consiglieri Giorgio Giusfredi e Davide Zingaretti, infatti, dicono "no" all'accordo per trasferire ad Aprilia parte dei rifiuti trattati e si dicono favorevoli a una mobilitazione per bloccare questa decisione. «L'intesa tra Campidoglio e Regione non tiene conto della comunità locale che ha dice in maniera compatta: basta rifiuti, basta inquinamento. Secondo quanto emerso - spiegano i consiglieri della Lista Giusfredi - alla Rida Ambiente, che già tratta i rifiuti della Capitale, farà fronte fino al fine settimana all'emergenza romana per 250 tonnellate al giorno. Rifiuti che si riverseranno ad Aprilia, oltre a quelli che l'impianto di Aprilia tratta di routine. Un accordo che scongiura a Roma il Natale della ‘grande monnezza' ma che inonda di rifiuti la città di Aprilia dove evidentemente per Regione e Campidoglio risiedono cittadini di serie B già in sofferenza per gli impianti presenti e stanchi di dover subire proposte impattanti di discariche ad uso e consumo della Capitale. Appoggiamo ogni iniziativa volta a tutelare la comunità locale e il suo benessere e non possiamo che bollare come assolutamente negativo, il tentativo maldestro di far passare il territorio cittadino come pattumiera del Lazio, già a partire dal rilascio delle autorizzazioni agli impianti attualmente operanti ad Aprilia. Tentativo maldestro, lo ripetiamo, perchè ha sottovalutato il forte senso di comunità della nostra città che merita di essere rispettata e tenuta in considerazione nelle delicate scelte che riguardano il suo territorio»