Niente accordo sulla vertenza Corden Pharma. Questa mattina la riunione del tavolo convocato nella sede di Unindustria Latina s'è chiusa con una fumata nera. Sindacati e azienda non sono riusciti a trovare la quadra per l'accesso a un ammortizzatore sociale e per evitare il taglio dei lavoratori. In sostanza Corden Pharma ha ribadito che anche in presenza di una cassa integrazione straordinaria, sarebbe comunque necessario un ridimensionamento drastico del costo del lavoro. Il che, tradotto, vorrebbe dire nessun passo indietro sugli esuberi e sul taglio delle spettanze. Pertanto ora si passa al tavolo di secondo livello, ossia si va in Regione Lazio, dove ci sarà un altro mese di tempo per provare a far avvicinare le parti e trovare un'intesa che possa portare a mantenere viva l'attività della Corden Pharma di Sermoneta.