I sindacati Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil di Latina hanno organizzato una manifestazione per venerdì in piazza della Libertà, di fronte la Prefettura, a partire dalle ore 10 per esprimere tutto il loro dissenso contro una manovra di bilancio che anche questa volta fa cassa sulle tasche di pensionate e pensionati.
Dopo sei anni di blocco dell'indicizzazione delle pensioni, la loro piena rivalutazione viene considerato dai sindacati un atto dovuto, oltre che un criterio di equità che il Governo deve garantire. Invece nella Manovra di Bilancio il Governo sceglie un'altra strada e sotto il nome del "raffreddamento dell'indicizzazione delle pensioni" fa cassa con le pensioni. Nei prossimi tre anni la mancata rivalutazione piena delle pensioni porterà nelle casse dello Stato risparmi di spesa per 3,6 miliardi di euro. E sempre con la stessa manovra si procede con l'ennesimo condono fiscale attraverso il saldo e stralcio delle cartelle che, premiando gli evasori fiscali, suona come uno schiaffo in faccia a chi come pensionate e pensionati fanno il proprio dovere di contribuenti virtuosi pagando imposte e tasse prima di ricevere l'assegno della pensione