È stato un incontro toccante e carico di emozione, quello che questa mattina ha visto protagonisti gli studenti dei licei Grassi, Manzoni e Alighieri con Sami Modiano, superstite dell'Olocausto e sopravvissuto al campo di sterminio di Auschwitz. L'appuntamento è stato organizzato dal Comune di Latina, e ha visto presenti tutti quei ragazzi che si apprestano a partire per il Viaggio della Memoria 2019. Durante l'incontro, i giovani hanno avuto possibilità di ascoltare la struggente testimonianza di Sami Modano: «Frequentavo la terza elementare, ero felice di andare a scuola, avevo bei voti e andavo d'accordo con tutti i miei compagni. Un giorno il mio insegnante mi chiamò, io credevo che mi volesse interrogare. Ero contento, perché avevo studiato ed ero sicuro che avrei preso un bel voto. L'espressione del mio insegnante però era dispiaciuta, preoccupata. Mi disse: "Sami Modiano, sei espulso dalla scuola". Mi crollò il cielo addosso. Era successo: ero stato espulso dalla scuola perché ebreo».