Ad Aprilia non serve una Consulta per discutere di tematiche, basta l'osservatorio comunale dei rifiuti. E' questo, in sintesi, il pensiero del coordinatore reggente dell'osservatorio, Ornella Pistolesi, che risponde alla proposta lanciata nei giorni scorsi dal consigliere d'opposizione, Davide Zingaretti. L'esponente della lista Giusfredi,  unico membro dell'assise ad aver partecipato all'incontro promosso sabato scorso da comitati e associazioni, ha infatti lanciato l'idea di istituire una Consulta ambientale proprio per dar voce a questi movimenti. "Il consigliere Zingaretti chiede l'istituzione di  un organo consultivo come luogo per discutere, approfondire, affrontare temi riguardanti l'ambiente della nostra città che coinvolga, oltre alle istituzioni preposte, associazioni, comitati, cittadini. Ottimo proposito se non fosse - afferma Ornella Pistolesi   che questo valido strumento sia già stato previsto, istituito, attivo e operativo dall'amministrazione Terra in attuazione della delibera del 2013. La delibera tutt'ora vigente, votata all'unanimità dal Consiglio Comunale che ha rivoluzionato la gestione dei rifiuti urbani portando risultati positivi e tangibili, riconosciuti con premi nazionali, presi come modello da altre realtà, prevedeva l'istituzione dell'osservatorio comunale dei rifiuti come Organo indipendente, paritetico, deliberativo per monitorare, assistere, promuovere, il "Percorso Verso Rifiuti Zero", composto, alla pari, da rappresentati sia delle istituzioni che della società civile. Dall'osservatorio nasce l'idea di creare una rete ambientale tra i Comuni limitrofi che ha permesso scambi di dati e collaborazioni nella lotta e prevenzione del fenomeno dell'abbandono dei rifiuti, la proposta della raccolta domiciliare separata a domanda individuale delle potature e sfalci (già deliberata e in corso di attuazione), la lotta ai sacchi neri, la sostituzione delle stoviglie di plastica con stoviglie compostabili nei distributori di bevande calde presenti negli uffici e luoghi pubblici per dare inizio e l'esempio, alla conversione " Zero in Plastica. Abbiamo poi elaborato osservazioni contro il progetto della discarica della Paguro, suggerito osservazioni per i cantieri dell'alta Velocità".

APPELLO PER LA RICOMPOSIZIONE 

Per questo la coordinatrice si appella al consigliere di minoranza, affinché solleciti l'immediata riattivazione dell'osservatorio. "Questo organismo, da regolamento, va rinnovato. Mi auguro profondamente che tanta passione per l'ambiente, specie per chi è stato eletto con tanto consenso, convogli verso - continua - strumenti con poteri deliberativi che permettono l'attuazione di decisioni partecipate e democratiche. Invito perciò il consigliere Zingaretti a sollecitare la ricomposizione dell'osservatorio per portare avanti azioni concrete a difesa dell'ambiente, del territorio e del benessere collettivo.