Musica, teatro, poesie e dibattiti per non dimenticare l'orrore della Shoah. Quella di martedì scorso nell'aula magna dell'istituto comprensivo Toscanini è stata una giornata ricca di significati e di contenuti, l'istituto comprensivo e la sezione Anpi Vittorio Arrigoni hanno infatti voluto organizzare un convegno per ricordare la Giornata della Memoria  "affinché simili eventi non possano mai più accadere".  Un messaggio da diffondere soprattutto alle nuove generazioni, veri protagonisti dell'iniziativa. La giornata ha infatti visto l'esibizione del coro degli alunni dell'istituto comprensivo Matteotti e dell'istituto Toscanini; la proiezione dei filmati degli alunni di tutte le scuole di Aprilia che si sono recate in questi giorni ad  ad Auschwitz e l'esibizione degli studenti del laboratorio teatrale del liceo Meucci (curato dal Teatro Finestra) che hanno riportato un estratto dell'acclamato "Mare Nostrum". In mezzo a tutte queste performance si è dipanato il convegno che - dopo i saluti del dirigente scolastico Enrico Raponi, del presidente dell'Anpi Filippo Fasano e dell'assessore alla Cultura Elvis Martino, ha visto l'intervento di Valerio Bruni (storico e vice presidente dell'Anpi provincia di Roma), dello storico e docente di storia e filosofia Ugo Mancini, del presidente dell'associazione Roma Onlus Graziano Halilovic e di Seo Cizmich.  Inoltre l'istituto Toscanini è stato selezionato  dall'Agenzia di stampa Dire e dall'Istituto Ortofonologico di Roma, tra cento scuole italiane, per la donazione di una "pietra d'inciampo" a perenne memoria della Shoah, perché i giovani siano educati alla pace e sentano l'impegno a impedire il ripetersi di tragedie simili.