La città di Pomezia diventa sempre più tecnologica e interconnessa.

In particolare, come si evince da una recente delibera di Giunta, sarà presto realizzata una rete a banda ultra larga che sarà a disposizione di tutti in diverse parti della città.

Un lavoro che vedrà in aggiunta anche l'attivazione di cinquanta punti di accesso in fibra per locali e aree comunali come giardini pubblici, scuole, edifici pubblici e punti di controllo per la videosorveglianza del litorale e di Torvajanica.

Un lavoro, dunque, che sarà propedeutico anche all'estensione dei controlli circa il corretto conferimento dei rifiuti, come anticipato durante la conferenza stampa di giovedì mattina relativa al potenziamento delle campagne di comunicazione in tema ambientale.

«Open Fiber si occuperà della realizzazione di una rete in fibra di ultima generazione - ha spiegato l'assessore Federica Castagnacci - che permetterà alla nostra città di alzare il livello di performance nella trasmissione dei dati, di abbattimento del digital divide e offrirà nuove frontiere di sviluppo».

Queste, invece, le parole del sindaco Adriano Zuccalà: «Grazie alla firma dell'accordo raggiungeremo con la fibra tutti i locali comunali, giardini pubblici come piazza Italia e punti di controllo perimetrali del territorio che andranno a integrare la già fitta rete di telecamere a disposizione delle forze dell'ordine».