Non succede niente, certo. Quel monumento di origine romana ne ha viste di cotte e di crude. Cartacce, rifiuti, qualche ragazzino che ci si è messo dentro per giocare. Dunque, non sarà una pila di vecchi documenti provenienti dagli ex uffici dello Stato civile a danneggiarlo. Eppure a guardare l'antico reperto perfettamente conservato nei millenni, pieno di burocratica carta contemporanea, un pugno all'occhio arriva. E forse anche al cuore. Insomma, senza voler fare i bacchettoni, ma se si lascia un piccolo gioiello come questo all'aperto, si scriva almeno che si tratta di materiale fragile, non di uno scaffale. Solo di striscio, poi, si potrebbe toccare la questione della privacy legata ai documenti accatastati nel sarcofago romano. 

A segnalare il tutto, un cittadino su facebook, con tanto di foto e commento indignato. Poi c'è pure chi dirà: ma che sarà mai. E infatti, niente. Non è successo niente.